• Banner Ita 04
  • Banner5slo
  • Banner Ita 03
  • Banner9
  • Banner2slo
  • Banner5 1
  • Banner Slo 7
  • Banner Ita 01
  • Banner1slo

Italy

Peace Run Award Italia

FINALITA'
La Sri Chinmoy Onenss-Home Peace Run Italia nella consapevolezza che la Pace globale è una condizione che ha come presupposto l'affermarsi di una cultura della pace fondata sulla crescita della coscienza individuale, istituisce un premio per riconoscere gli sforzi di coloro che si distinguono per l'attività di promozione e diffusione della cultura di Pace.

I SOGGETTI PREMIATI
La Sri Chinmoy Onenss-Home Peace Run Italia intende offrire il proprio riconoscimento a figure nazionali e internazionali che operino per la costruzione di mondo fondato sui valori dell'unità e dell'amore tra i membri della famiglia mondiale e che rappresentino un esempio ed un faro di ispirazione.

GIURIA
La selezione delle candidature e la decisione dell'assegnazione sono affidate al Consiglio Direttivo dell'Associazione Sri Chinmoy Oneness-Home Peace Run Italia.

IL RICONOSCIMENTO
È costituito da un'opera artistica che viene consegnata durante una cerimonia alla presenza di autorità nazionali e internazionali.

 
III EDIZIONE PEACE RUN AWARD ITALIA 2018

Carlo Urbani

Il Dottor Carlo Urbani

Assegnazione Premio
Per noi tutti il nome del Dottor Carlo Urbani richiama la sigla di quattro lettere SARS (Severe Acute Respiratory Syndrome).  Era infatti il febbraio 2003 quando il medico di Castelplanio, infettivologo con pluriennale esperienza nei paesi più poveri del pianeta, venne chiamato dall'ospedale di Hanoi per seguire un paziente affetto da una grave forma di polmonite atipica.

Carlo Urbani è il primo a rilevare che si tratta di una nuova forma influenzale e della sua potenziale gravità informando le autorità locali e sopratutto l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Tali azioni insieme all'individuazione di un protocollo anti-pandemie, sviluppato dallo stesso Urbani e ancora oggi adottato dall'OMS, hanno permesso di salvare un numero incalcolabile di vittime.

"Non sapremo mai quanti milioni di vite ha salvato", disse allora del medico italiano Kofi Annan, segretario generale delle Nazioni Unite.

A causa però della sua attività di studio della malattia che lo ha portato ad interagire con il paziente dell'ospedale di Hanoi, Carlo Urbani rimane contagiato dal virus e si spegne pochi giorni dopo in un'ospedale di Bangkok, il 29 marzo 2003.

Sarebbe però riduttivo rappresentare il contributo del Dottor Urbani per il bene comune, limitatamente ad un intervento seppur importante come quello in occasione della SARS, magari attraverso l'immagine di "eroe anti-SARS". Un episodio seppur notevole non rappresenta una intera vita dedicata al "servizio" del prossimo e dei più deboli, a cominciare dalle attività di volontariato svolte sin da giovane presso "Mani Tese" e "Unitalsi" per continuare nello staff di "Medici Senza Frontiere", incarico che lo porterà in Cambogia e poi a diventare presidente della sezione italiana dell'organizzazione stessa.

Una "vocazione" quella del Dottor Urbani perseguita con determinazione e abnegazione, riconosciuta nel 2000 dall'OMS, con l'assegnazione dell'incarico in Vietnam di consulente per il controllo delle malattie parassitarie nel Pacifico occidentale.

Motivazione
«È la penna di Enzo Biagi che forse con maggiore efficacia ha evocato il valore delle opere del Dottor Carlo Urbani: "I libri di storia del futuro, che hanno pagine ancora bianche da riempire, dovranno parlare di Carlo Urbani, esempio di vero eroismo".

Premiamo Carlo per celebrare la sua "Arte di vivere". L'Arte di vivere al servizio del prossimo, l'Arte di vivere per servire l'ideale di "famiglia umana", l'Arte di vivere per costruire una "casa comune".

Premiamo Carlo, per l'ispirazione che le sue Opere e la sua Vita ci offrono per perseguire con coraggio gli aneliti più intimi, più alti e più nobili che si celano nell'interiorità dell'uomo, trasformandoli in strumento per l'evoluzione dell'umanità.

Premiamo Carlo perché con il proprio lavoro ha di fatto reso evidente il ruolo insostituibile delle Organizzazione delle Nazioni Unite, nel percorso di costruzione di una identità comune, passo fondante per la creazione di una famiglia umana.

È quindi un onore ed un privilegio per Peace Run, offrire il Peace Run Award Italia 2018 alla memoria di Carlo Urbani il 21 settembre, in occasione delle celebrazioni della Giornata Mondiale della Pace, indetta dalle Nazioni Unite, nella cornice immortale del Colosseo.» - Alfredo De Joannon, Presidente Giuria Peace Run Award Italia.

Il Premio

Peace Run Award Italia 2018 - Casa della Carità 

La tela policroma realizzata dagli ospiti della Fondazione Casa della Carità Angelo Abriani.


L'edizione del 2018 del premio si caratterizza per la collaborazione di Peace Run con la Fondazione Casa della Carità Angelo Abriani. Sono stati infatti gli ospiti della "Casa" guidata da Don Virginio Colmegna, giovani fuggiti dai paesi in guerra e italiani in difficoltà, a realizzare concretamente premio.

Si tratta di un dipinto policromo su tela, un'opera di gruppo appunto, proprio a simboleggiare un sogno di unità e l'aspirazione alla creazione di una "casa comune" per la famiglia umana.

La lettera toccante lettera di Don Virginio Colmegna dedicata al premio è visionabile a questo link

Consegna



La Dottoressa Nicoletta Dentico, già Direttore Generale di Medici Senza Frontiere, ai tempi in cui il Dottor Carlo Urbani era Presidente della stessa organizzazione, ritira il premio Peace Run Award Italia 2018.

Il premio è stato consegnato da Alfredo De Joannon presidente Sri Chinmoy Oneness-Home Peace Run Italia il 21 settembre 2018 presso l'Arena dell'Anfiteatro Flavio, durante la cerimonia in celebrazione della Giornata Mondiale della Pace indetta dalle Nazioni Unite.


 

II EDIZIONE PEACE RUN AWARD ITALIA 2017

Consegna Peace Run Award Italia 2017 a Fondazione Casa della Carità , Colosseo 21 settembre 2017. A riceverlo la dott.ssa Laura Arduini e la dott.ssa Serena Pagani, responsabili del progetto Art-Therapy della Fondazione.


La dott.ssa Laura Arduini e la dott.ssa Serena Pagani, responsabili del progetto Art-Therapy della Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" ricevono il Peace Run Award 2017 consegnato dal presidente Sri Chinmoy Oneness-Home Peace Run Italia.
Roma - Arena del Colosseo 21 settembre 2017.

Assegnazione Premio

Nata nel 2002 per iniziativa dell’allora Arcivescovo di Milano, il cardinale Carlo Maria Martini, la Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" è una struttura d’accoglienza per le persone più bisognose.
Garanti della Fondazione sono il Sindaco e l'Arcivescovo di Milano, il presidente è don Virginio Colmegna.

Don Virginio Colmegna fu designato nel 1993 dal cardinale Carlo Maria Martini a direttore della Caritas Ambrosiana e nel 1998 ha assunto le cariche di direttore della delegazione regionale Caritas Lombardia e di presidente dell'Agenzia solidarietà per il lavoro (Agesol) impegnata nel reinserimento lavorativo dei detenuti. È vice presidente di Etica SGR dall'aprile 2014.

La Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" opera per garantire a soggetti svantaggiati diritti, salute e lavoro costruendo percorsi personalizzati per ritrovare l'autonomia.

In dieci anni di attività la Casa della carità ha ospitato 2.507 persone di 95 diverse nazionalità. Negli stessi anni ha promosso, organizzato e realizzato importanti momenti di riflessione sociale e politica cui hanno partecipato alcuni tra i maggiori pensatori contemporanei, da Zygmunt Bauman  che nel 2004 con il convegno internazionale "Fiducia e Paura nella città" ha inaugurato le attività culturali della Fondazione, a Marc Augé, Michel Wieviorka, Bronislaw Geremek, Miguel Benasayag, Arthur Kleinman, Arjung Appadurai, Johan Galtung e Romano Prodi.

Motivazione
Per l'operato rivolto all'aiuto delle persone in difficoltà attraverso un approccio olistico che trascende i tradizionali modelli di assistenza e supporto materiale, mettendo al centro l'essere umano nella sua totalità.

Ne è un esempio luminoso il progetto "Shay", laboratorio di Art-Therapy aperto ai minori stranieri ospiti della Casa della carità le opere dei quali sono state esposte nella mostra intitolata "Excellence".

L'arte divenuta spazio per l'ascolto di Sé e per l'espressione delle proprie potenzialità è al contempo ponte attraverso il quale il mondo ha l'opportunità di "sentire" e identificarsi con esistenze sempre preziose.

Il fondatore della Peace Run, Sri Chinmoy, ha incluso nel nome stesso dell'iniziativa l'ideale di una umanità coesa, rappresentato dall'espressione "Oneness-Home" che possiamo tradurre con il neologismo "Casa-Unità".

È un onore assegnare il riconoscimento Peace Run Award Italia 2017 alla Fondazione Casa della carità, vera Casa-Unità dell'umanità.

Il Premio

Valentina Schiavon nell'Atelier Schiavon Art Team di Murano mostra l'opera unica realizzata per il premio "Peace Run Award Italia 2017"
Valentina Schiavon nell'Atelier Schiavon Art Team di Murano mostra l'opera unica realizzata per il premio "Peace Run Award Italia 2017".

Un'opera unica realizzata e gentilmente offerta dal prestigioso studio "Schiavon Art Team" di Murano, un'eccellenza dell'alto artigianato italiano nel mondo .

Il manufatto, in vetro policromo riciclato, raffigura delle mani in una postura dai molteplici significati simbolici: l'invocazione e l'offerta. L'opera ci ricorda che la pace non solo è un valore a cui dobbiamo aspirare ma è una realtà che dobbiamo condividire.
Alla base delle mani è presente un globo a significare l'universalità del valore della pace.

Consegna
Il premio è stato consegnato da Alfredo De Joannon presidente dell'associazione Sri Chinmoy Oneness-Home Peace Run Italia a alla dott.ssa Laura Arduini e alla dott.ssa Serena Pagani, responsabili del progetto Art-Therapy della Fondazione Casa della carità.

La consegna è avvenuta durante lo svolgimento dell'evento "Colors of Peace", tenutosi presso l'Arena del Colosseo, in occasione dell'International Day of Peace delle Nazioni Unite.





I EDIZIONE PEACE RUN AWARD ITALIA 2016


Roma - Piazza del Colosseo in data 8 ottobre 2016

Assegnazione Premio


Ms. Tegla Chepkite Loroupe
Nata il 9 maggio 1973 in Kenya, è stata un'atleta di fama internazionale che ha detenuto il record mondiale della maratona e detiene i record mondiali dei 20,25 e 30 chilometri. Ha inoltre vinto per due volte la maratona di New York e le maratone di Londra, Boston, Rotterdam, Hong Kong, Berlino e Roma.

È stata nominata nel 2006 Ambasciatrice ONU per lo Sport ed è ambasciatrice internazionale per IAAF (the International Association of Athletics Federations) e per UNICEF.

Ha condotto missioni diplomatiche di pace con George Clooney a New York per porre fine alle violenze in Darfur.
È membro del "Champions for Peace" club, associazione di stelle dello sport che promuovono la causa della Pace.

Motivazione
Per le attività di promozione dei valori delle Pace e della amicizia tra i popoli attraverso lo sport e l'educazione che Tegla Loroupe persegue da anni ed in particolare per la recente iniziativa di altissimo valore etico e umano che l'ha vista promuovere e coordinare la partecipazione ufficiale di una rappresentanza di atleti rifugiati per la prima volta nella storia alle Olimpiadi, in occasione dei Giochi di Rio 2016.

Il Premio
Un'opera in bronzo realizzata dal Maestro Davide Foschi, pittore, scultore e poeta, fondatore del Movimento Metateista e ideatore del Festival del Nuovo Rinascimento.

Consegna
Il premio è stato consegnato da Ms. Harriet M. Nduma, dell'Ambasciata del Kenya il giorno 8 ottobre 2016 in piazza del Colosseo a Roma, in occasione della cerimonia finale della Peace Run Europe.

 


I contenuti delle pagine italiane di questo sito sono aggiornati dalla "Associazione Sri Chinmoy Oneness-Home Peace Run Italia", codice fiscale 97531570154, ONLUS registrata con iscrizione n° MI – 735 Sezione Provinciale di Milano del Registro Regionale del Volontariato - Decreto n. 1027 del 27/07/2015.

Indirizzo e riferimenti:
Viale Legioni Romane, 59 - 20147 Milano e-mail: info@peacerun.it
tel. +39 0248376605 - fax: +39 0248376605

Lo statuto dell'Associazione, cariche sociali, rendiconto attività e bilanci sono consultabili al seguente link.

Le policy di privacy e informazioni relative al trattamento dei dati sono consultabili al seguente link